Home / Photogallery / ForENERGY VIGEVANO 1955 vs Omnia Basket Pavia (65-63)

ForENERGY VIGEVANO 1955 vs Omnia Basket Pavia (65-63)

Esordio casalingo con un Derby risolto all’ultimo secondo.
Cosa chiedere di più?
Ovviamente che il risultato sorrida ai padroni di casa… e così è stato.

La ForENERGY piega i temibili rivali dell’OMNIA BASKET PAVIA, tra le cui fila milita anche l’ex beniamino ducale CATTANEO, con il punteggio di 65-63, grazie ad una rocambolesca azione conclusiva.

Iniziamo dalla fine.
STROTZ, al 39’ sul 61-62, cattura un capitale rimbalzo offensivo tramutandolo in un possibile gioco da tre punti.
Il libero aggiuntivo non va a segno, NEGRI guadagna un extra possesso, ma a QUARONI viene fischiato un generoso antisportivo con 37” da giocare.
Suona come una condanna, però ZANDALASINI fa 1/2 e gli arbitri compensano la chiamata precedente con una doppia sanzionata a PIERMATTEI.
VIGEVANO è di nuova padrona del proprio destino.
QUARONI forza in isolamento senza successo, NEGRI cattura un pallone vagante e lo rilancia a campanile da dietro il canestro, STROTZ lo aggancia nel pitturato in mezzo ad una selva di braccia e, con l’aiuto dell’amico ferro, il silenzio generale si tramuta in un boato assordante: vittoria sulla sirena. Deja vù.
Questa volta con tutt’altro palcoscenico rispetto al Pala Dal Lago di Novara, scenario dell’ultimo Derby tra i professionisti.

I Ragazzi di Coach BIANCHI nel primo quarto, il migliore a livello qualitativo, raccolgono meno di quanto dovuto, mentre rischiano di veder scappare gli avversari nel terzo cadendo in difficoltà contro la zona applicata da Coach CELE’.
Per fortuna, pur esprimendo una pallacanestro non bella da vedersi, riescono a rimontare una PAVIA non cinica, che spreca varie occasioni per ammazzare la partita, e subisce il travolgente ritorno gialloblù tutto grinta, cuore e fame di vittoria, ben supportato dalla cornice sugli spalti.

La grande fisicità del Roster ducale paga ottimi dividendi sotto le plance (39-25), compensando le difficoltà balistiche degli acciaccati QUARONI e BARBIRATO (4/19 dal campo per il duo).
Non è necessario spendere altre parole sull’autore del “buzzer beater”, quindi poniamo l’attenzione sulla prestazione del golden boy locale CAVALLARO il quale, ancora privo del ritmo partita causa inattività e meno impiegato della rotazione, risulta cruciale dai 6,75 mettendo anche a referto un significativo +14 di plus/minus.
Iniezione di fiducia fondamentale per un giocatore chiave per questa annata.

Le marcature vengono aperte dall’ex di turno (CATTANEO) da fuori, STROTZ infila due canestri consecutivi, tra cui una vigorosa schiacciata, tuttavia rimedia ingenuamente un tecnico che gli costa il terzo fallo dopo soli 4’ (6-4).
VIGEVANO, seppur col totem italo-svizzero a riposo forzato, continua a dominare nel pitturato grazie a NEGRI (8 punti nel quarto) e al 7’, esprimendo un gioco efficace e ordinato, vola a+ 8 su una tripla di APPENDINI (17-9).
PAVIA, sin qui deficitaria e confusionaria, ritrova fiducia dalla linea della carità, complici un paio di chiamate arbitrali favorevoli, e si affida agli eleganti movimenti di SKARA sotto canestro e alle scorribande di PIERMATTEI, per ricucire lo svantaggio e sorpassare in apertura di seconda frazione (19-21 al 12’).
NEGRI incappa nel prematuro terzo fallo personale, il subentrante CAVALLARO colpisce subito dalla distanza, però SKARA e ZANDALASINI non sono da meno e replicano con la medesima moneta (28-31 al 17’).
L’incontro procede punto su punto ed i ducali, anche se faticano a far circolare la palla, sono abili a tramutare il bonus falli avversario in un prezioso 7/8 a cronometro fermo che gli consente di chiudere in vantaggio il primo tempo(35-34).

Dagli spogliatoi rientra una sola squadra e non indossa la divisa gialloblù: PAVIA, con DI PAOLA e ALBERTARIO, produce un parziale di 7-0 che costringe Coach BIANCHI ad invocare time out (35-41 al 22’).
La ForENERGY trova in STROTZ, finalmente di nuovo sul parquet, un “play” aggiunto che innesca MORETTI e CEPER (42-43 al 27’) per il contro break, ma è una fiammata illusoria perché la zona orchestrata dall’OMNIA manda completamente fuori giri l’attacco ducale.
Il black out è totale e gli ospiti, in pochi giri di lancette, volano a +13 (44-57 al 33’) trascinati da un mortifero ZANDALASINI dall’arco.

QUARONI, quando l’inerzia della partita sembra volgere a favore di Pavia, arma per due volte il cecchino CAVALLARO, ed alimenta, con un provvidenziale gioco da tre punti, il parziale gialloblù chiuso dal chirurgico piazzato di STROTZ: 57 pari al 37’.
Manca ancora un’eternità.
ALBERTARIO spegne subito gli entusiasmi con un siluro dalla distanza, BARBIRATO, sin qui a secco dal campo, replica con due canestri di vitale importanza (61-62 al 39’) e poi, come già descritto, l’epilogo che consegnerà un trionfo da rimemebrare per lungo tempo.

Prossimo appuntamento in programma per Sabato 10/10/15 (ore 18) al PalaCantone di ROBBIO per il “Derby Lomellino” contro la FLUIDOTECNICA.

Andrew VILLANI
Ufficio Stampa NPV1955

TABELLINI

Parziali:

19-17; 35-34; 42-53; 65-63.

ForENERGY VIGEVANO 1955
Moretti 4, Quaroni 9, Cavallaro 9, Appendini 3, Strotz 10, Barbirato 4, Bassi, Ceper 12, Negri 14, Orsenigo n.e., Zucca n.e.,Bottacin n.e. .
Coach Bianchi

 

OMNIA BASKET PAVIA
Rossi, Zandalasini 12, Albertario 10, Campeggi, Cattaneo 12, Skara 13, Armana, Di Paola 6, Piermattei 10, Vercesi n.e., Lonati n.e.
Coach Celé

 

Tecnici: Strotz (V) al 2’.

Antisportivi: Quaroni (V) al 39’.

Spettatori: 950 circa.

VIDEO

Highlights della partita (1° quarto)

Highlights della partita (2° quarto)

Highlights della partita (3° quarto)

Highlights della partita (4° quarto)

Interviste dopo partita

PHOTO GALLERY

(a cura di Laura Marmonti e Luigi Rotta)

(guarda la galleria completa sulla nostra PAGINA FACEBOOK)