Home / Photogallery / ForENERGY VIGEVANO 1955 vs Posal Sesto San Giovanni (82-87)

ForENERGY VIGEVANO 1955 vs Posal Sesto San Giovanni (82-87)

Si ferma a 24 vittorie consecutive (di cui 10 solo nella Stagione 2014/15) l’inarrestabile striscia di imbattibilità della ForENERGY VIGEVANO 1955 nell’anno solare 2014.

I Ragazzi di Coach MUNINI devono arrendersi di fronte ad una motivata e precisissima POSAL SESTO SAN GIOVANNI.

Un cammino fatto di vittorie prestigiose, di record abbattuti e di canestri all’ultimo secondo che, prima o poi, doveva interrompersi.
In questo caso per qualche demerito dell’acciaccata Squadra ducale, ma, soprattutto, per i grandi meriti e la grande motivazione della Squadra avversaria.

La serata al Palabasletta si prospetta non facile già sulla carta.
Gli avversari di turno, infatti, sono i terribili ragazzi milanesi di Coach SACCHI (molti dei quali classe ’94 e ’95) che stanno facendo sudare sette camicie ad ogni Squadra che li affronta, e la classifica parla chiaro: quinti, con l’ambizione di raggiungere i Playoff.

La partita inizia, come spesso succede tra le mura amiche, con la ForENERGY VIGEVANO 1955 che attacca bene e si affida ai suoi pilastri CEPER e QUARONI, aiutati dai lampi di CATTANEO e BARBIRATO.
Ma i gialloblù faticano nella metà campo difensiva, dove spesso i ragazzi di SESTO SAN GIOVANNI hanno vita fin troppo facile.

La duttilità dei lunghi atipici avversari non gioca a favore del rientrato KAPEDANI, che fatica in attacco ed è costretto ad adeguarsi ad un sistema di gioco dinamico e scomodo per giocatori della sua stazza.

Nel secondo periodo la situazione è ormai chiara.
La POSAL è arrivata a questa partita con intenzioni bellicose e, guidata dalla sua stella COGLIATI, non perde il ritmo partita rispondendo a suon di triple e rimbalzi offensivi ad ogni tentativo di allungo vigevanese.

Si va al riposo lungo sul punteggio di 45-38 in favore dei padroni di casa.
VIGEVANO è più forte, più esperta, ma gli acciacchi della settimana (che a turno hanno colpito tutti i giocatori vigevanesi) non hanno permesso a Coach MUNINI di allenare la Squadra nella maniera voluta.

Si rientra in campo con i due quintetti di partenza.
Da una parte SESTO SAN GIOVANNI che schiera gli assi COGLIATI e GORLA, dall’altra la ForENERGY che si affida al Capitano CEPER (alla fine 27 punti per lui).
Assolutamente immarcabile questa sera il lungo triestino ma, forse, servito un po’ troppo poco nel finale.

VIGEVANO, grazie al suddetto CEPER ed agli immancabili lanci lungi di QUARONI per il “contropiedista” BARBIRATO, riesce a scappare a +13, e Coach MUNINI può dirsi soddisfatto perchè nei suoi giocatori vede quell’energia che ha chiesto negli spogliatoi.

Niente da fare, SESTO SAN GIOVANNI è lì, sempre con il fiato sul collo dei padroni di casa, e riesce a chiudere il quarto limitando i danni, grazie alle penetrazioni di uno scatenato COGLIATI, sul punteggio di 67-58.

L’ultimo quarto è un’autentica battaglia, penetrazioni, falli subiti, attacchi stanchi ma motivati rispettivamente dalla voglia di non perdere il record di imbattibilità da parte dei padroni di casa, mentre dall’altra parte la POSAL crede nel “miracolo sportivo” di battere la capolista tra le mura amiche.

Come spesso succede, nei finali di partita si ritrovano protagonisti giocatori che sulla carta non si sarebbero immaginati in quella situazione, ed ecco che Coach SACCHI tira fuori dal cilindro due triple spezza-partita del lungo GORLA (fin lì comunque dominante a rimbalzo).

Tutto da rifare, Squadre in parità e partita con finale punto a punto.

Entrambe le squadre sono in bonus e la girandola di tiri liberi vede, nei minuti finali, un inusuale 0/2 di GORLA che lascia speranze ai ducali, purtroppo immediatamente seguiti da un sanguinoso 0/2 di QUARONI che lascia la ForENERGY sul -1.

Negli ultimi secondi la POSAL si porta sul +3, serve una tripla per agganciare l’overtime!

Prima QUARONI, poi BARBIRATO e infine ancora QUARONI hanno la chance di impattare il risultato.
Niente da fare, finisce corta l’ultima “preghiera” e si interrompe a 10 l’incredibile serie di vittorie consecutive della squadra vigevanese in questa esaltante stagione.

C’è un po’ di rammarico per la sconfitta finale, ma vista l’abilità degli avversari e la serie di acciacchi che sta falcidiando la ForENERGY, il pubblico vigevanese vede comunque il bicchiere mezzo pieno, e alla fine della partita ci sono solo applausi per gli idoli ducali.

Molte vittorie, anche in ottica Playoff, nascono anche da queste sconfitte, in cui i giocatori devono essere abili a capire cosa non ha funzionato e ripartire subito già da settimana prossima, nell’importante partita contro il BASKETOWN MILANO.

Il prossimo appuntamento è fissato per Domenica 14/12/2014 (ore 18.15) alla Palestra del Liceo Artistico “U. Boccioni” di Viale Eginardo (angolo Piazza Arduino) a Milano.

 

Giacomo VILLANI
Ufficio Stampa NPV1955

TABELLINI

Parziali:

22-25; 45-38; 67-58; 82-87.

ForENERGY VIGEVANO 1955

Orsenigo n.e., Kapedani 2, Moretti, Quaroni 15, Kam 2, Cattaneo 16, Barbirato 20, Bassi, Zucca, Ceper 27.
Coach Munini

POSAL SESTO SAN GIOVANNI

Perego 8, Amicucci 10, Orfei 9, Cogliati 24, Fabbricotti 9, Cantarin 10, Grassi 5, Capaccioli, Clemente, Gorla 12, Fabiani, Pellin.
Coach Sacchi

 

Fuori per 5 falli: Ceper

Spettatori: 650 circa

VIDEO

Highlights della partita

Interviste dopo partita

PHOTO GALLERY

(a cura di Luigi Rotta)

(guarda la galleria completa sulla nostra PAGINA FACEBOOK)