Home / Serie B Old Wild West / Focus On…Rimadesio Desio

Focus On…Rimadesio Desio

Ci siamo. Finalmente è arrivato il bel tempo e, con esso, la stagione delle grandi saune al Basletta: è l’ora dei play-off! La Elachem Vigevano, con la sconfitta in casa di San Miniato, ha chiuso la stagione regolare al secondo posto del girone A alle spalle proprio dei toscani. Un risultato strepitoso. Stre-pi-to-so. La ciliegina sulla torta non sarebbe stata tanto in sé la prima piazza, ma la possibilità, finendo in quella parte di tabellone, di un eventuale derby in semifinale. Peccato.

I ducali con questo piazzamento avranno il fattore campo contro ogni avversario, tranne, nel caso, con Cividale. Le serie saranno tutte al meglio delle 5 partite. Si comincia con i quarti contro la Rimadesio Desio, la settima classificata del girone B, con due incontri in casa (15 e 17 maggio), due fuori (20 – ev.22) e ipotetica bella, di nuovo in casa, prevista per mercoledì 25.

I brianzoli sono una neopromossa, ma per modo di dire. Il roster della scorsa annata era fuori categoria per la C gold, come lo fu quello di Vigevano a suo tempo. Per questo hanno riconfermato 5 elementi (Leone, Molteni, Mazzoleni, Galazzi e Giarelli) e fatto innesti mirati (Sirakov, Ivanaj e Vangelov). Sono una squadra lunga, completa e talentuosa che, però, non ha trovato l’alchimia sperata. Hanno confezionato un bilancio di 15 vinte e 15 perse, con 4 vittorie come massimo filotto (tutte in dicembre), alternando sempre buone prestazioni e passi falsi. In casa, però, ha perso soltanto cinque volte e con un margine di scarto mai superiore ai 4 punti. Per esempio, nell’ultima giornata, hanno ospitato Cividale, una delle corazzate dell’intera serie B, non ancora certa del primo posto, controllando il punteggio per 39’56” (83-86).

Desio propende più per il gioco interno rispetto a quello esterno (i soli Leone Gallazzi e Molteni superano il 30% da tre), ma per il resto ha numeri offensivi simili a Vigevano. La vera differenza emerge in difesa: 74 subiti a partita contro i 65 dei ducali e tanta difficoltà nel contenere sul perimetro. In cabina di regia troviamo Leone, ex Iseo e Piadena, con Nasini come cambio, Sirakov (12.7) e Molteni (12.3) a dividersi lo spot di guardia da migliori marcatori di squadra. Nel reparto dei lunghi comanda il terzetto composto da Gallazzi, Mazzoleni che sfiora la doppia-doppia (10.8+8) ed è il miglior assistman (3) al pari di Leone e Giarelli con il suo elevato Q.I. cestistico. Infine, il jolly dalla panchina Vangelov, nazionale bulgaro di 213 cm, che produce 8pt+6r in 18’ di utilizzo con il 73% da due, letale se riceve vicino a canestro ma limitante in ambito difensivo.

 

 

Andrew Villani

Team Comunicazione & Media

Guarda anche

ESITO ASTA GIALLOBLU

SUPER TIFOSI GIALLOBLU!! La nostra asta ha dato i suoi frutti e,grazie alla generosità di …